Comunicare nella coppia: 9 consigli pratici

Comunicare nella coppia: 9 consigli praticiLa vita di coppia si basa sull’accordo di due persone che si promettono un’alleanza costruttiva: tale accordo va mantenuto vivo e integro per mezzo della comunicazione. Una coppia felice e affiatata comunica apertamente, senza intoppi: questi 9 consigli pratici evidenziano le caratteristiche di una comunicazione di coppia impostata su basi solide. Puoi prendere spunto da qui per migliorare il tuo modo di comunicare nella coppia.

Scegliete un luogo tranquillo, meglio se nel verde
Evitate di parlare di fretta, e in condizioni “impossibili”, come ad esempio guidando l’auto, facendo i lavori domestici, seguendo i figli. La comunicazione è essenziale per il successo e il mantenimento della coppia: scegliete perciò un posto tranquillo, dove potete rilassarvi. Meglio ancora se andate a parlare a contatto con la Natura, che è sempre fonte di saggezza e ispirazione (ovviamente per chi la sa osservare…).

Quando parlate, spegnete tv, radio, e distrazioni varie
Stop a ogni interferenza: altre persone, telefonini, e l’immancabile televisione, insieme con la radio, e l’impianto stereo che suona la musica preferita, vanno messi da parte, perché la comunicazione tra voi è prioritaria, quando decidete di dedicarvi del tempo. Sicuramente i figli e i parenti sono importanti, e la tv ha programmi interessanti, le canzonette sono divertenti, MA… dalla perfetta riuscita della vostra comunicazione deriva ciò che vi permette di vivere con amore nella vostra famiglia. Perciò… Stop a ogni interferenza, per quanto piacevole, giustificabile, allettante… La buona comunicazione è nel silenzio.

Stabilite durata e contenuti
Prima di trovarvi a parlare, abbiate chiari 2 concetti: primo, che cosa dire; e, secondo, per quanto tempo dirlo. La comunicazione nella coppia dev’essere di qualità: non vi trovate per sfogarvi, raccontandovi a vicenda i problemi del lavoro… State comunicando per la vostra coppia, per i motivi per cui vi siete innamorati e per cui avete creato l’accordo di essere una coppia: ricordate l’intensità delle buone intenzioni iniziali? Bene: è di quello che dovete occuparvi. Della vostra coppia. Perciò, prima d’incontrarvi, ognuno di voi deve stabilire che cosa di speciale ha da dire all’altro: siccome vi amate, è facilissimo trovare argomenti. Se non li trovate, è segno che qualcosa d’importante non sta funzionando… Altro punto importante: la durata dell’incontro. Decidete in partenza quanto tempo concedervi, e tenetene conto, così rimanete focalizzati sull’essenziale. 

Ascoltatevi (e intendo “ascoltatevi VERAMENTE”)
La comunicazione si basa sul reciproco ascolto: parlare senza ascoltare cosa dice l’altro, senza dargli modo di rispondere, e senza prestare attenzione alle sue risposte, non è comunicare… È un’altra cosa: chiamatela “televisione” oppure “politica contemporanea”, dove pochi parlano e pretendono di avere milioni di ascoltatori muti e passivi. Nella vostra coppia le cose devono funzionare. Nella vostra famiglia la comunicazione deve venire al primo posto. Quindi, quando l’altro parla, ascoltalo: ascoltalo davvero, perché le sue opinioni, soprattutto se non ti piacciono, sono la “chiave” per capire perché non ti piacciono, e con quella “chiave” ciascuno di voi inizia a risolvere i problemi cominciando dal suo punto di vista, per creare la soluzione insieme con l’altro. Ascoltatevi, dunque: per davvero, e con la migliore disposizione d’animo.

Parlate a turni
Una conversazione dev’essere bilanciata: perciò ogni partner deve parlare per la stessa quantità di tempo. Se ami chiacchierare, condensa i punti essenziali ed esponi quelli. Se preferisci startene in silenzio aspettandoti che l’altro ti capisca, esci dal mutismo, perché l’altro non è un mago che ti legge nel pensiero, e non deve esserlo: sei una persona adulta, quindi presenta quello che pensi, assumiti le tue responsabilità. Un orologio potrebbe aiutare a tenere sotto controllo i tempi: usatelo, senza problemi, sapendo che rispettare i tempi aiuta a rimanere ben concentrati. Potreste parlare per 2 minuti a testa: 2 minuti sono più che sufficienti per condensare un concetto. I pubblicitari ci riescono in 30 secondi: persino in appena 20 o 10 secondi. A volte in una frase sola. Imparate da loro: si può comunicare pienamente e con poche frasi ben mirate. Preparatevi.

Guardatevi negli occhi
Il contatto visivo è essenziale: e ovviamente, per guardarvi negli occhi, dovete essere vicini. In ogni senso: vicini non soltanto con i corpi, ma soprattutto con i cuori, le menti, e le vostre concezioni a proposito del senso della vita. Lo sguardo è molto comunicativo: se non riuscite a reggere lo sguardo, c’è qualcosa che non va. Scopritelo e risolvetelo. Guardarvi negli occhi, con intensità, sincerità, profondità, è quello che facevate agli inizi, da innamorati: se oggi non riuscite a farlo è perché “qualcosa” si è messo in mezzo a voi. Scovate quel “qualcosa” ed eliminatelo: un “qualcosa” non ha alcun diritto di mettere in ombra il vostro amore.

Onestà innanzitutto
Ammettiamolo: ci sono coppie formate da persone impreparate ad essere partner leali. Se questo è il vostro caso, ammettetelo: sarebbe sciocco, pericoloso, e ingenuo tentare di tenere insieme una coppia quando nell’armadio nascondete amanti e la voglia di scappare. Se hai fatto qualcosa contro il tuo partner, ammettilo. Se lo tradisci, ammettilo. Prima ammetti cosa non va, meglio è. Onestà innanzitutto. Certo, voleranno parole grosse, e persino piatti… Questo è il modo meno civile per risolvere un problema: molto meglio rivolgersi ad un esperto. Ma comunque meglio ammettere un problema per risolverlo, anche se ciò fa volare parole grosse e piatti, piuttosto che tenerlo nascosto. Vuoi un consiglio? Evita di trovarti in simili situazioni: se hai un problema con il tuo partner, parlane con lui. E parlane prima che il problema s’ingrossi e che tu ti trovi “nelle sabbie mobili di una doppia vita”. Comunicazione innanzitutto. Ecco come evitare litigi, pianti, crisi, e dolori agli altri.

Domandate, ogni volta che non capite
Chi viene abbandonato dal partner, non capisce mai perché succede. Magari avrà fatto qualcosa che l’altro non ha gradito, ma non lo sa: se l’avesse saputo, non l’avrebbe fatto. Già. Ma ci sono persone che si considerano offese e pretendono che l’altro intuisca quanto non dicono. “Dovrebbe saperlo”. La classica frase con cui si giustifica chi si sente offeso, e pretende di avere il diritto di tradire e abbandonare il partner. No, non ci siamo. Per comunicare correttamente dovete sapere cosa state dicendo: e se l’altro ti dice qualcosa che non capisci, chiedigli immediatamente di farti capire. Chiedi spiegazioni. Domanda. Non soltanto è un tuo diritto: è un tuo dovere di partner leale, perché è fondamentale per la buona riuscita della vostra coppia. Domandate per capire, non per investigare con malignità: ad esempio, se ti pare che il tuo partner sia attratto da qualcuno, e la cosa ti ingelosisce, dillo, e arriva a capire che cosa fa divergere la vostra attenzione. Non sottovalutare i “piccoli indicatori” che ti fanno intuire che qualcosa non va. Domanda ogni volta che non capisci: domanda per capire, non per condannare. Prima capisci al 100% esattamente bene con la massima assoluta chiarezza come stanno le cose, poi decidete cosa fare.

Pianificate la comunicazione di coppia
Comunicare nella coppia è fondamentale: va fatto bene, a fondo, e periodicamente. Non aspettate le vacanze di agosto, sperando che ci sia la luna piena, voi che camminate su una spiaggia tropicale, col profumo dei gelsomini… Stop: siate pratici. Comunicare è essenziale e va fatto tutti i giorni. Perciò, stabilite che ogni giorno voi due avete a vostra completa disposizione ALMENO 30 minuti per comunicare bene, come ho spiegato qui: se i vostri tempi non lo consentono, allora dovete cambiare ritmi di vita. Dovete rivedere i vostri valori e dovete ridefinire vostre priorità. Da fidanzati facevate di tutto per incontrarvi, e da sposati avete perso tale esigenza? Se è così, qualcosa di importante non sta funzionando. Attivate immediatamente una soluzione. Per mantenere limpida e funzionante la vostra comunicazione organizzatevi per avere, ogni giorno, almeno 30 minuti tutti per voi, e ogni settimana almeno 2 incontri di 4 o 5 ore esclusivi, per vivere e nutrire il vostro amore.

Applicate questi consigli, e la vostra vita di coppia funzionerà bene e a lungo. Se vi accorgete che per riuscire ad applicare questi consigli dovete cambiare abitudini, ammettetelo e cambiatele. Se non sapete come fare, chiedetemi un consulto. C’è di mezzo la qualità della vostra vita: direi che è il caso, vi pare?

Usa anche queste risorse:

Rendi stupenda la tua vita di coppia

Rapporti di coppia ok

 

 

.

About The Author

Bepp

Mi occupo di miglioramento personale: visita il mio sito "Come La Vita Quando Ti Sorride" e scarica gratis i miei regali per cominciare da subito ad essere più felice, con le idee più chiare, e una meta radiosa davanti a te.

Aggiungi un commento...

Leave A Response

* Denotes Required Field