La via d’uscita quando sei davvero nei guai

La via d’uscita quando sei davvero nei guaiQuando ti accorgi che hai perduto la strada,
vuol dire che da tempo la stavi perdendo:

soltanto che lo scarto non aveva attirato
la tua attenzione, e credevi di poter bere
ancora qualche bottiglia, intascare
qualche altra mazzetta, tradire di nuovo
il tuo partner, il tutto all’interno
di un margine di sicurezza che ti pareva
abbastanza ampio per contenere le tue sbandate.

Ma poi un giorno hai scoperto
di aver perduto la strada,
e non te ne eri accorto prima, e sai perché?

Perché ti aspettavi di poterti fermare prima,
magari con un segnale che ti avvisasse per tempo,
un po’ come succede con la spia della riserva
che ti informa che la benzina della tua automobile
sta per finire.

Beh, il fatto è che vivere non è
un processo automatico:
è un atto di volontà,
è il risultato di una serie di scelte.

Non ci sono spie della riserva
che si accendono in automatico,
per il semplice motivo che
devi occuparti tu della tua esistenza.

Certo, i segnali che ti dicono
che stai sbagliando ci sono, ma li ignori:
ti aspetti un bell’avviso, grande e amichevole,
ma lo ignori comunque, e allora, perché avvisarti?

Nel primo momento in cui
ti allontani dalla tua strada,
la prima volta che tradisci te stesso,
le persone che credono in te,
e le tue ambizioni, provi, dentro di te,
un senso di disperazione, solitudine,
freddo, isolamento: dovresti ascoltare subito
quel tipo di segnali.

Ma se ti stordisci apposta per non sentirli,
se bevi alcolici per dimenticare,
se ti droghi per evadere dalla routine
che hai creato, se cerchi l’avventura extraconiugale
per non ammettere che devi imparare
ad essere un partner di valore,
ecco che perdi la strada,
e la perdi sempre più,
appunto perché sei stordito,
ubriaco, drogato, suggestionato dalle scuse
che pronunci a voce alta.

Quando lo scarto tra il punto in cui sei
e il punto in cui credevi di arrivare
è grande abbastanza, così che tu possa notarlo
nonostante lo stordimento,
ecco che allora capisci, finalmente,
che non dovevi abbandonare la tua strada,
perché l’unica cosa che devi fare, nella vita,
è realizzare il meglio di te,
all’interno di uno stile di vita puro,
onesto, rispettoso della Natura,
e dell’essenza che tu sei.

Per riprenderti, devi eliminare
tutte le cattive abitudini,
ripercorrere all’indietro il tratto deviato,
e renderti abile di tornare sulla tua strada:
è lungo, è difficile, è noioso,
ma devi farlo, non puoi rimandarlo.

Tocca a te, sempre a te, solo a te,
compiere le scelte giuste che ti consentono
di vivere con soddisfazione.

Non puoi “non vivere”:
tu vivi, la tua coscienza
non si spegne mai;

puoi soltanto cacciarti nei guai,
e soffri appunto perché
la tua coscienza non si spegne.

La soluzione?
Evitare i guai.

È l’unica cosa da fare.
Lascia perdere le mode,
gli eccessi, le esuberanze:
devi allinearti con la Vita,
ecco la via d’uscita.

 

Per saperne di più:

50 Valori Per Vivere Meglio

http://tinyurl.com/50-valori-per-vivere-meglio

Consigli facili e pratici per migliorare adesso la qualità
della tua vita e riuscire ad orientarti in ogni situazione

 

.

About The Author

Bepp

Mi occupo di miglioramento personale: visita il mio sito "Come La Vita Quando Ti Sorride" e scarica gratis i miei regali per cominciare da subito ad essere più felice, con le idee più chiare, e una meta radiosa davanti a te.

Aggiungi un commento...

Leave A Response

* Denotes Required Field